lunedì 24 settembre 2007

Rabbia

Mi arrabbio difficilmente.
Di solito penso che non ne vale la pena… che si vive meglio standosene tranquilli.


Ma a volte capita che qualcuno superi davvero ogni limite e mi faccia uscire dalla divina grazia.
E allora divento (quasi) pericolosa.


Le persone sono strane. Sanno essere cattive a volte.


E allora ti aggrovigliano tutto dentro.



Ora mi sento così….

immagine


Cancellature, strappi… ho perso il tempo…
Qualche nota è stata cancellata - da quel male dentro a cui non sai neanche dare bene un nome.


Ci sono momenti come questo in cui vorrei davvero spaccare qualcosa. Urlare.
Correre fino a non avere più fiato.


Poi prendo la viola e suono.



E quella cosa dentro inizia a fare meno male.
Le urla diventano suoni, note.
Perfino io, con il mio animo rapsodico, trovo un ordine, un tempo. A cui aggrapparmi.
I suoni sono forti, profondi, vibranti.


Lo strumento è la mia voce, il mio dolore, la mia rabbia.


La musica diventa rosso scuso, quasi nero.
E va bene così.



scritto da: thefairyround  su:   THE FAIRY ROUND
pubblicato su Blog Penna Calamaio in data 20/9/07

Puoi inserire qui i tuoi commenti e visitare Blog Penna Calamaio su Digiland, per leggere i commenti sul blog di origine e sul blog dell'autore, puoi partecipare anche Tu al nostro progetto di aggregazione , inviando i permalink dei tuoi post a redazione_blog@libero.it o facendo domanda di iscrizione a membro del blog collettivo. Tutti i post accettati ai fini della pubblicazione, saranno gradualmente inseriti su tre piattaforme di blogging.


immagine


Powered by Qumana


Nessun commento:

Posta un commento